mercoledì 9 ottobre 2013

VIAGGI SOSTENIBILI CON LONELY PLANET - p.1

 

Oggi vi propongo una riflessione di Tony e Maureen Wheeler, coniugi fondatori della casa editrice Lonely Planet, madre delle migliori guide al mondo. Nessuna è così completa e ricca di dettagli come la Lonely Planet!
 
Scuotiamo la testa e ci meravigliamo quando veniamo a sapere che Kuta, a Bali, o Goa, in India, si sono trasformati da tranquilli paradisi per surfisti o da remoti rifugi per hippy in luoghi battuti dal turismo internazionale, pieni di negozietti, ristoranti e alberghi 'tutto compreso'.
Molte città del mondo, in effetti, si stanno chiedendo come potranno, nel prossimo futuro, accogliere le frotte di visitatori che vi si riverseranno.
 


Per Lonely Planet sostenibile e responsabile sono sempre stati concetti chiave. Fin dagli esordi della nostra attività, queste parole sono state strettamente connesse con il nostro modo di intendere il turismo. Se si rileggono le prime guide di viaggio che Maureen e io abbiamo scritto, diventa chiaro che per noi è sempre stato fondamentale stabilire un legame autentico e profondo con i luoghi visitati e descritti, e che uno degli scopi dei nostri libri, ora come allora, è quello di diffondere questo messaggio, a cominciare dal modo in cui le guide vengono prodotte.

Oggi, più che mai, siamo convinti della fondamentale importanza del viaggio. Soltanto viaggiando e incontrando altre persone si può iniziare a capire che, in definitiva, condividiamo tutti lo stesso mondo. Siamo impegnati in un cammino comune, nonostante che le convinzioni politiche, religiose ed economiche sembrino a volte dividerci e creare ostacoli difficili da superare.

Ma allora, che cosa possiamo fare per rendere questo cammino non un semplice passatempo, ma qualcosa che possa gratificare le nostre vite di viaggiatori e, soprattutto, che possa essere trasmesso ai nostri figli e alle generazioni future? Possiamo cambiare le nostre abitudini di viaggiatori e pensare in modo diverso a come, dove e perché viaggiamo? Viaggiare in modo responsabile significa modificare il nostro impatto sull'ambiente e sulla cultura ed economia locali - e provare a renderlo il più positivo possibile. Nelle nostre guide e sul nostro sito web, cerchiamo di offrire informazioni utili a realizzare una forma sostenibile di turismo.

Il turismo responsabile può davvero contribuire a migliorare e risolvere alcuni dei principali problemi che affliggono il mondo di oggi, come la mancanza della pace e la povertà, senza dimenticare gli effetti positivi sulla conservazione della biodiversità. Come azienda, ci siamo impegnati affinché tutti i viaggi dei nostri autori siano 'carbon neutral' (a bassa emissione di anidride carbonica e altri gas serra), e per questo ci siamo impegnati nei progetti Climate-care, che hanno tra le loro finalità l'investimento di fondi utili a realizzare progetti di tutela ambientale.

Si stima che nel 2020 i turisti in giro per il mondo ogni anno saranno 1,5 miliardi. Non è difficile capire che ognuno di noi dovrà considerare attentamente il proprio contributo personale (come fa Lonely Planet) nella conservazione dei tesori culturali e naturalistici del pianeta, affinché le generazioni future possano vivere le nostre stesse esperienze, arricchire la propria vita e, in qualche caso, anche cambiarla.

Oggi non è più possibile ignorare l'importanza del turismo responsabile. Con le informazioni offerte in questo sito e nei nostri libri, speriamo di creare in voi il desiderio di sperimentare un nuovo e più gratificante modo di viaggiare.

per visitare il sito web di Lonely Planet Italia cliccate qui, sul sito potete trovare tante idee per i vostri fantastici viaggi e comprare direttamente online la guida che vi serve.
 
by Tony e Maureen Wheeler
 
D
Si è verificato un errore nel gadget